Rwanda: il genocidio 15 anni dopo

aprile 10th, 2010


PUOI ASCOLTARE IL SERVIZIO CLICCANDO QUI

(nella pagina di Nigrizia clicca sul quadrato nero NIGRIZIA o sull’icona media player)

Sono passati 15 anni e molti dei responsabili del massacro rimangono impuniti. Vivono da uomini liberi rifugiati in Belgio, Canada, Francia, Kenya e nella Repubblica democratica del Congo.
Era la sera del 6 aprile del 1994 quando l’aereo su cui il presidente del Rwanda, Juvenal Habiarimana, è stato abbattuto sui cieli di Kigali. La morte del presidente rwandese è stato il pretesto per scatenare il genocidio della popolazione tutsi, pianificato dagli estremisti hutu.
In meno di 100 giorni sono stati uccisi 800 mila tutsi e hutu che rifiutano di prendere parte ai massacri.
Un massacro a cui la comunità internazionale ha assistito senza fare nulla: la missione delle Nazioni Unite, già presente nel paese, venne addirittura ridotta.
Ne parliamo con p. Aurelio Boscaini, missionario comboniano, giornalista e profondo conoscitore della regione dei Grandi Laghi.

(A cura di Michela Trevisan _NIGRIZIA)
Nigrizia – 07/04/2009

Entry Filed under: Africa News

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendar

agosto: 2019
L M M G V S D
« apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Most Recent Posts